ASSEMBLEA SEZIONALE DEI DELEGATI

SEZIONE DI SALO’ “ Monte Suello “

Gavardo 6 Marzo 2022

 

RELAZIONE ATTIVITA’ ANNO 2021

 00 ad  01 ad

 

02 ad

   
 IL PRESIDENTE  Sergio Poinelli
03 ad

Carissimo presidente e carissimi Delegati,

Iniziamo questa Assemblea rendendo gli onori alla Bandiera, al nostro Vessillo Sezionale e ai nostri Gagliardetti.

Ricordiamo con affetto e commozione tutti coloro, soci e Reduci della nostra Sezione, che in questo anno ci hanno lasciato e sono andati avanti: a tutti loro va il nostro ossequioso pensiero e la nostra riconoscenza per quanto hanno fatto per la nostra Sezione in tempo di pace, ma soprattutto per i Reduci che in tempo di guerra hanno offerto la loro gioventù e che tornati ci hanno indicato la strada della fratellanza, della tolleranza e del servizio a compimento della conquistata libertà.

Già durante la S. Messa del 19 novembre 2021 ognuno di loro è stato chiamato presente nella eucarestia celebrata, ma mi piace rinnovare il loro appello perché sono certo della loro partecipazione spirituale a questa nostra Assemblea che da sempre nomina gli Alpini andati avanti.

Alziamoci in piedi:

 

 

04 ad
 

17 della Zona A:  

Bagolino:  Fusi Attilio (Reduce), Melzani Ezio, Pelizzari Pierluigi, Sbarberi Lucio, Stagnoli Giuseppe. Idro: Gasparini Paolo, Moreschi Pietro.

Nozza: Vampimi Silvano.

Pertica Alta: Zanolini Giuseppe.

Pertica Bassa: Zambelli Giovan Maria Felice.

Ponte Caffaro: Mercurio Pasquale.

Treviso Bresciano: Bontempi Prezioso.

Vestone: Albertini Alberto, Bacchetti Ludovico, Bertelli Alessandro, Fenotti Fulvio, Zambelli Primo (Reduce).

 

6 della Zona B: 

Sabbio Chiese: Amolini Giuseppe, Bianchi Guglielmo, Ferremi Marco, Marchiori Achille, Nolli Pietro, Stagnoli Alfredo.

 

9 della Zona C: 

Degagna: Maffei Renato, Maffei Sergio.

Portese: Giacomini Silvano, Zambarda Bernardo.

Salò: Paina Franco, Romuli Tarcisio, Tiboni Tiziano.

Vobarno: Amolini Giacomo, Valdini Adriano.

 

21 della Zona D: 

Calvagese: Marchiori Franco.

Carzago: Bazzoli Carlo, Mor Franco.

Gavardo: Goffi Alessandro, Lavi Gianpietro, Poli Antonio, Venturelli Santo. Muscoline: Bignotti Luciano, Comaglio Francesco, Seminario Pietro (Reduce). Prevalle: Biemmi Luciano, Bioni Alberto, Bocchio Aldo, Castagna Giovanni, Donneschi Walter, Mosconi Gino.

Vallio Terme: Bodei Luigi, Fumana Matteo.

Villanuova s.C.: Pilenghi Luigi, Rivetta Luigi, Torchiani Eugenio.

 

8 della Zona E:

Gardone Riviera: Pedercini Giacomo, Poinelli Alberto, Tellini Vittorio. Gargnano: Collini Andrea, Pasqua Luciano. 

Limone s.G.: Segala Gianfranco.

Tignale: Antonioli Michele, Festa Sergio.

 

18 della Zona F:

Desenzano d.G.: Bonati Giovanni, Ferrarini Modesto Angiolino (Reduce). Manerba d.G.: Venturelli Pietro,

Moniga d.G.: Bertelli Giovanni, Linetti Angiolino.

Pozzolengo: Brighenti Giancarlo, Croveglia Bruno, Formenti Paolo, Giubelli Vittorio, Guaragna Ferdinando, Marcoli Mario, Meneghetti Angiolino.

San Martino d.B.: Gaschi Angelo.

Sirmione: Battocchio Martino, Casagrande Enzo, Fabbri Giuseppe, Iotti Francesco, Parolini Bruno.

PROTEZIONE CIVILE  
 
 Dire protezione civile è parlare e raccontare di tutto quello che si occupa di solidarietà, ambiente e prevenzione.

Il volontario di protezione civile è colui che, per sua libera scelta, svolge l’attività di volontariato in favore della comunità e del bene comune mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità realizzando appieno il valore e la funzione sociale ai fini dei doveri di solidarietà in aiuto di chi è nel bisogno.

Ho avuto modo mettendomi a disposizione di vivere alcune giornate di impegno direttamente sul campo: vi assicuro che è stato un momento di altissimo senso di umanità carico di ritorno affettuoso di tutte le persone che si affidavano alle nostre indicazioni leggendo nei loro occhi, misto a paure ansie e smarrimenti, una sorta di riconoscenza ai volontari con il cappello con la penna: siamo ben voluti, la gente si aspetta da noi coerenza e sostegno e si affida proprio e soprattutto a noi perché Alpini ...e mi sono fermato spesso a riflettere che vale sempre la pena donarsi perché si riceve sempre il centuplo. Sarà Angelo Bertini in qualità di responsabile sezionale della Protezione Civile a relazionare il lavoro svolto a me compete con profonda riconoscenza il compito di ringraziare lui e attraverso lui tutti i volontari per quel grande impegno quotidiano che anche il 2021 ha richiesto.

 

Relaziona Angelo Bertini.

Sig. Presidente Sig.ri Delegati

Come ben sapete nel 2021 l'emergenza Covid-19 per il 2° anno ha condizionato le nostre attività, con 98 volontari si è continuato ad aiutare i nostri concittadini tramite i C.O.C. dei nostri comuni e da marzo negli HUB di vaccinazione a Lonato, Gargnano, Gavardo, Vobarno e al Parco Trenno a Milano, HUB  gestito dai militari, purtroppo non è finita e l'impegno continua anche nel 2022.

I nostri volontari dell' A.I.B. sono stati impegnati in più incendi sui monti di Tignale, Valvestino e Gargnano, in uscite per segnalazioni di principi di incendi spegnendoli sul nascere.

Due ragazzi, Sebastiano e Alessandro, hanno operato per 10 giorni sui monti dell' Aspromonte (Calabria) nello spegnimento del grande incendio di agosto operando nella squadra diretta dal nostro coord. Naz. A.I.B. Morzenti, che con orgoglio vi comunico di aver ricevuto complimenti per il loro impegno e professionalità.

Non sono mancate, purtroppo, le ricerche di persone scomparse a Muscoline, Tremosine e Limone, per questa attività si è iniziato a formare quattro volontari con un corso specialistico per "lettura topografica e l'uso del GPS", seguirà una seconda parte che abiliterà ogni volontario a guidare una squadra di ricerca.

Sono stati fatti cosi base di protezione civile per inserire nuovi volontari, aggiornamenti per la sicurezza e per il nuovo programma informatico dell'ANA PC "VoLA Cor" .

Interventi per taglio vegetazione per la messa in sicurezza di tratti di strade montane, anche sui reticoli minori per il miglior deflusso delle acque a Provaglio, Gargnano e a Toscolano, sgombero legname sulla carrabile che da Degagna porta al prato della Noce, la legna è stata trasportata al nostro rifugio a Campei.

Da 15 al 25 novembre l' addestramento VARDIREX giunto alla sua IV edizione.

L'attività ha simulato l'esondazione delle acque al ponte Cola, diga di Valvestino, devastazione di Toscolano e isolato da due frane provocate da terremoto. I soccorsi sono stati organizzati e attuati dagli Alpini della Jiulia, della Taurinense, e del 32° Rgt. Genio Guastatori, la Protezione Civile del 2° e 3° RGPT , l'ospedale da campo ANA a Gaino ed il campo base a Cunettone di Salò. Questa operazione ha coinvolto circa 180 persone, la nostra Sezione ha collaborato con 25 volontari di protezione civile e 31 Alpini ed amici dei nostri gruppi come figuranti da salvare via lago con i barchini dei nostri soccorritori.

E' stata una bella esperienza emozionate, ma soprattutto questa collaborazione, con ottima sinergia, traccia il futuro della protezione civile e del volontariato dell' A.N.A. Pertanto più che mai appropriato il motto del nostro volontariato:     

"Aiuta i vivi per ricordare i morti"

Al 31/12/2021 i nostri volontari di protezione civile sono 185

L'impegno totale è stato di 917 giornate/uomo pari a ore 6374.

Orgoglioso per il loro impegno Ringrazio con riconoscenza i Nostri Volontari della "Monte Suello", le mogli e fidanzate per la loro comprensione e quanti ci sostengono.                                          

                                                                 

W gli ALPINI e W L' ITALIA  


10 ad

 

 

 

11 ad

 SPORT e PELLEGRINAGGI  
 

 Anche il 2021 non ci ha permesso di svolgere tutti quegli appuntamenti sportivi che da sempre sono in calendario e comunque devo un grazie al nuovo responsabile Fabrizio Ferliga e alla sua commissione: sono partiti con molto entusiasmo e buona volontà, ma pur non potendo partecipare a gare e manifestazioni sportive si sono ben organizzati e distinti portando tutti noi   attraverso la presenza del Vessillo sull’Adamello, sull’Ortigara, al Contrin.

 

Relaziona Fabrizio Ferliga.

Signor Presidente, Signori Delegati, Alpini tutti:

 

Buongiorno, dopo un anno dall’inizio del mio incarico non sono ancora riuscito a vedere e conoscere personalmente tutti gli Alpini atleti a causa, come tutti ben sappiamo, della pandemia che ci ha colpiti; infatti è dalle Alpiniadi invernali ad Aosta del febbraio 2020 che non si è più realizzata nessuna gara.

Nel 2021 tutte le manifestazioni nazionali sportive sono state annullate mentre, per quanto riguarda i Pellegrinaggi, questi si sono svolti rispettando le normative anti-Covid.

Il Vessillo sezionale al Rifugio Contrin, sui monti Ortigara e Guglielmo era accompagnato da soli 2 Gagliardetti: troppo pochi in rappresentanza della nostra Sezione. Invece in Adamello erano ben 19 e l’impatto visivo dei nostri Alpini della Monte Suello raggruppati tutti assieme durante la S. Messa, a mio parere, è stato bello.

Voglio spendere due parole sui Pellegrinaggi dove purtroppo vedo partecipare sempre meno Alpini: questo può essere dovuto sia all’età che avanza sia a problemi famigliari, lavorativi ed economici. Le peregrinazioni possono durare da uno a tre giorni fra sentieri in quota e sfilate nei paesi ospitanti. Queste ultime si svolgono solitamente il sabato sera e la domenica mattina ed è qui che manca la presenza a rappresentare la nostra Sezione ma anche a sostituire gli Alpini pellegrini che hanno partecipato nei giorni precedenti.

A volte non si partecipa alle manifestazioni per la mancanza di un compagno e non si ha voglia di fare tanta strada da soli. Questo è un problema che può essere risolto comunicando per tempo la propria partecipazione al Delegato di Zona e/o al Responsabile dello Sport affinché si palesino altri Alpini di Gruppi diversi con le medesime esigenze.

Nonostante tutte le problematiche cerchiamo di restare unti e di portare avanti la forza alpina che c’è in noi.

 Grazie a tutti. 

 20 .ad
 SALVAGUARDIA DELLA MONTAGNA  
   Anche per la salvaguardia Emanuele Ronchi e la sua squadra erano pronti per lavorare, purtroppo la pandemia ha bloccato tutto: so che ci sono nuove proposte per coinvolgere le scuole nella speranza di poter ripartire presto.

 

Relaziona Emanuele Ronchi.

Sig. Presidente, Sigg. Delegati

 

Questo ultimo anno è trascorso senza nessuna attività con le scuole e con alcune richieste di informazioni sulla possibile ripresa delle escursioni a Campei e, di questi tempi, queste domande le vogliamo leggere come un segnale positivo.

Alla scuola materna di Prevalle abbiamo presentato, durante l’estate, l’unica proiezione delle diapositive per l’anno 2021.

Noi Alpini, insieme alle scuole, siamo in attesa di conoscere con quali modalità poter riprendere in sicurezza le nostre attività annuali delle diapositive e delle escursioni a Campei.

Inoltre, in questi ultimi mesi, con la commissione stiamo valutando nuove possibili collaborazioni che ogni Gruppo potrebbe proporre alle scuole del nostro territorio in aggiunta alle attività annuali consolidate e di questo ne parleremo alla prossima riunione dei Capigruppo.

Stiamo pronti e disponibili a poter riprendere i contatti tra di noi e con le scuole con un’attenzione positiva che rassicuri i dubbiosi e sostenga i più intraprendenti.

Grazie a tutti.

Viva l’Italia, vivano gli Alpini e quanti dedicano parte del loro tempo a mantenere vivo lo Spirito Alpino.

30 ad

 GIORNALE MONTESUELLO  
 

Marco Perini: ti ho proposto come direttore al nostro periodico pur sapendo che l’incarico sarebbe stato molto impegnativo perché richiede presenza, impegno, pazienza e competenza editoriale ...ecco proprio questa ultima non è per tua dichiarazione una competenza che ti riconosci, ma da buon Alpino hai detto presente ci sono ...ci provo ...ora ti dico con convinzione Bravo e soprattutto grazie perché non posso dimenticare quando nei primi momenti hai dichiarato di voler dare spazio ai giovani, si sente dentro alle tue osservazioni, nelle scelte dei contenuti degli articoli la voglia di sottolineare che se si dà modo e spazio ai giovani di partecipare, ancora in tanti ti dicono sì.. Ovviamente un giornale è la sintesi di momenti che ogni Gruppo della Sezione vive, quindi è la materia di cui Marco ha bisogno, sollecito tutti ad inviare materiale fotografico e scritto perché il direttore e la sua commissione possano stendere un giornale che ci faccia sentire uniti e in condivisione della nostra vita associativa. Grazie.


Relaziona Marco Perini

 Signor Presidente, signori Delegati, Alpini tutti,

 

Il 18 Giugno 2021 il Presidente ed il consiglio di Sezione mi hanno incaricato di proseguire il lavoro del direttore Paolo Cabra nel seguire il giornale sezionale “Monte Suello “.

Paolo Cabra, per motivi personali di lavoro, ha dovuto abbandonarne la direzione. Ciò nonostante è riuscito ad aiutarmi nella stesura dei numeri 77 e 78 usciti nell’anno 2021. Approfitterò ancora della sua esperienza e dei suoi consigli per proseguire nell’incarico assegnatomi. Non sono nato giornalista tuttavia confido nel mio spirito alpino, nella collaborazione di tutti e di tutti i Gruppi della Sezione per portare entusiasmo e passione nella lettura del nostro periodico.

La commissione del Giornale “Monte Suello” è stata definita nel Consiglio del 5 novembre 2021, sarà in carica fino al 2023 ed è così composta: Perini Marco, Paolo 

Cabra, Lorenzo Bacchetti del gruppo di Ponte Caffaro, Cesare Fumana giornalista del gruppo di Vallio Terme, Roberto Turri Zanoni fotografo del gruppo di Pertica Alta.

E’ stata formata, nello stesso Consiglio, anche la commissione C.I.S.A. per l’organizzazione del prossimo convegno della stampa itinerante che si svolgerà a Limone S/G il 2-3 aprile 2022.

Il Direttore del giornale Nazionale “ l’Alpino “, Don Bruno Fasani ha concordato con noi il tema del convegno CISA: “ Rapporto dei giornali alpini con stampa e televisioni del territorio, capacità di interazione con gli stessi”.

Questi mesi difficili per incontri in presenza, per feste rinviate, per cerimonie limitate, per ogni tipo di evento che solo due anni fa era motivo di aggregazione e ritrovo, non ci hanno permesso di uscire se non con il numero di luglio n°77 ed il numero di dicembre n°78.

In questi due numeri ho voluto parlare del nostro territorio, delle montagne, della nostra Sezione, dei nostri Gruppi, dei nostri Reduci, di chi è andato avanti, di chi ha festeggiato eventi famigliari bellissimi, soprattutto ho cercato di dedicarmi ai giovani che spesso si avvicinano alle nostre iniziative e meritano molta attenzione.

Alpini Delegati di Zona, Alpini Capigruppo, Alpini tutti, ora più che mai avete il compito di portare avanti le vostre iniziative, di segnalarle, verranno conosciute, pubblicate, saranno molto importanti, serviranno e faranno da sprone e stimolo per tutti.

Il giornale “Monte Suello” si contatta facilmente con una semplice mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., questo riferimento è scritto e presente anche in ultima pagina del giornale.

Invito a segnalare a questo indirizzo mail eventuali problemi di ricevimento. Attualmente la spedizione è a carico di Poste Italiane che ultimamente ha peccato sulla puntualità e in alcuni casi sulla mancata consegna, nonostante la puntualità dei nostri pagamenti.

Sono ben accetti i vostri suggerimenti per migliorare sempre più il giornale che, ricordo, appartiene a tutti noi Alpini.

Ultimamente una signora anziana, il cui marito Alpino è andato avanti recentemente, mi ha chiesto con insistenza di poter ricevere per sempre le pubblicazioni alpine. Ho chiesto tramite il Capogruppo di inserirla negli abbonati anche se non iscritti al Gruppo. Questo caso mi ha sollecitato a ricordarvi che è possibile abbonarsi al “Monte Suello” anche se non si è tesserati. È un’occasione volutamente a bassissimo costo, pochi euro per divulgare la stampa alpina locale e farla entrare in tutte quelle case, scuole, oratori, ospedali, luoghi di lavoro etc. dove c’è simpatia per noi Alpini.

Il Direttore editoriale

Marco Perini

40 ad
 CAMPEI DE SIMA  
 

 Siamo ripartiti con il freno a mano tirato ma siamo ripartiti anche se, non per nostra volontà, ma tenacemente abbiamo riaperto: mi auguro che la prossima stagione sia più ricca di soddisfazioni economiche perché di relazione lo è stata ugualmente per chi ha fatto i turni e ha gestito l’accoglienza e i suoi bisogni logistici sempre ben coordinati da Giulio Righetti e la sua commissione. Grazie per il tempo dedicato, la pazienza nella gestione e la coerenza delle scelte a volte sofferte di fronte alla inaspettata situazione pandemica. La sofferenza economica che di riflesso ha colpito anche la nostra struttura che vive sicuramente di stagionalità ci impone di rivedere e ripensare alle iniziative di rilancio della struttura.

 

Relaziona Giulio Righetti 

 Signor Presidente, Signori Delegati; Alpini tutti.

 

La stagione 2021 a Campei de Sima, sicuramente non è stata delle migliori come tutti ben sanno causa motivi sanitari inerenti al “COVID” e alla chiusura della strada che sale da Gaino per una Grossa frana non

ancora risolta.

L’apertura invece di avvenire come di consueto ad aprile è slittata ad agosto cosi è stato deciso, con la commissione e il CDS l’apertura senza pernottamento con molta difficoltà causa tutte le restrizioni sanitarie. Nonostante l’apertura ritardata abbiamo svolto lo

stesso taglio erba e manutenzione con il rifacimento del fuoco esterno, a questo proposito ringrazio chi si è reso disponibile a partire del nostro Presidente Sergio Poinelli, Renato Cerqui, Marietto Giuseppe Zanardelli

e Paolo Bortolotti, ringraziamento alla ditta Turrini di Cunettone che ha messo a disposizione il materiale gratuitamente, noi tutti sentitamente ringraziamo. Inoltre ringrazio il Capogruppo di Pompegnino Zerneri Ennio che con il suo Gruppo è salito per le pulizie prima dell’apertura, ringrazio i Gruppi che si sono resi disponibili e hanno permesso l’apertura di tutto il mese di agosto.

Senz’altro non è stato un anno facile per nessuno di noi, ovviamente anche i visitatori giunti al rifugio si sono notevolmente dimezzati.

Concludo sperando di essere stato all’altezza del mio operato e di cuore ringrazio il Presidente, la commissione, i referenti, il CDS, la protezione civile della Monte Suello, e tutti gli Alpini.

GRAZIE A TUTTI

Il responsabile della Commissione

                        Giulio Righetti
  50 ad
 RELAZIONE FINANZIARIA 2021 – TESORIERE  

Per il 2021 ho continuato con la divisione dei costi con il sistema dei “centri di spesa o di attività”, metodo che ha già dato negli anni scorsi, buoni risultati in termini di controllo e gestione delle entrate e delle uscite. Il bilancio ed il dettaglio delle entrate e delle uscite è a disposizione di tutti coloro che volessero prenderne visione e lo troverete alla fine della Relazione Morale del Presidente. Per quanto riguarda la rimanenza di 11.286,74 euro del fondo anti Covid risultante dalla raccolta nel 2020 per la lotta contro la pandemia, lo abbiamo interamente elargito alle 8 associazioni di volontariato con Ambulanze che operano nel nostro territorio. Lo sbilancio positivo di quest’anno è stato aggiunto al fondo destinato alle manifestazioni per il nostro centenario.

Resto a vostra completa disposizione per rispondere a domande di chiarimento o per eventuali dettagli che riteniate utili o necessari.

IL TESORIERE

Giuliano Ebranati

 60 ad

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI ANNO 2021

 

Stim.mo Presidente, Gent.mi Sig.ri delegati

 

L’imprescindibile premessa è che la responsabilità della stesura del bilancio d’esercizio anno 2021, elaborato in conformità alle norme Italiane che lo disciplinano, compete all’Organo Amministrativo della Sezione.

L’obiettivo del Collegio dei Revisori è quello di garantirne la correttezza e l’attendibilità, effettuando i prescritti controlli e la verifica delle scritture contabili.

Per seguire l’andamento e raccogliere le informazioni e gli elementi necessari alla nostra valutazione, abbiamo presenziato a tutti gli incontri mensili del Consiglio 

Direttivo Sezionale, interagendo costantemente con il tesoriere Giuliano Ebranati.  L’analisi periodica di dati chiari e precisi, con bilancini impostati sui centri di costo (entrate ed uscite), ha semplificato il nostro lavoro.

Malgrado il difficile contesto economico (causa pandemia Covid-19), a fronte delle minori entrate (da tesseramenti e per l’apertura parziale del Rifugio Campei de Sima), la gestione prudente e l’oculata politica di riduzione dei costi, perseguita, ha consentito di raggiungere un risultato ancora positivo. 

Abbiamo constatato che le attività dell’Associazione sono state realizzate conformemente al perseguimento degli scopi indicati (servizio ai gruppi e donazioni) e concordiamo quindi pienamente con l’operato del Consiglio Direttivo.

In conclusione, il Collegio dei Revisori, esprime pertanto un giudizio positivo al rendiconto del bilancio d’esercizio consuntivo anno 2021, ritenendo che rappresenti, in modo veritiero e corretto, la situazione patrimoniale, contabile e finanziaria della stessa, e può essere sottoposto all’approvazione dell’Assemblea.

Il Presidente del Collegio dei Revisori

Emanuele Cappa

Revisori  

Vito Pasini – Mario Rebuschi                             

 70 ad
 SITO INTERNET  
 

Come per il giornale anche per il nostro sito ad Alberto Augugliaro è necessario che vengano inviate notizie e fotografie per arricchire l’immagine della Sezione e rendere visibilità attraverso i social della nostra vita alpina. Grazie.

 

Relaziona Alberto Augugliaro.

Sig. Presidente, Sig.ri Delegati

 

Anche il 2021 ha visto la sospensione o l’annullamento di quasi tutte le nostre attività a causa delle restrizioni emanate per arginare la pandemia in corso.

La conseguenza è stata la stessa del 2020, ovvero la mancanza di notizie di nostri eventi, interventi ed attività svolte, che sono il pane quotidiano per l’aggiornamento del sito.

Anche le attività di rivisitazione e completamento di alcune pagine del sito, previste per quest’anno, non sono state eseguite a causa della difficoltà a trovarci tra di noi e a quella di effettuare ricerche presso uffici ed archivi statali.

L’attività di ordinaria manutenzione è stata sempre e costantemente effettuata inserendo anche piccole migliorie, è inoltre proseguito l’oneroso lavoro di rintracciamento di articoli e materiale vetusto e non più utile ed alla loro eliminazione, consentendo l’alleggerimento del sito e recuperando spazio prezioso.

Per cui ci siamo limitati a pubblicare articoli più di carattere nazionale che locale come ad esempio:

  • una breve biografia del Generale degli Alpini Figliolo a seguito della sua nomina a Commissario Straordinario per la gestione dell'emergenza pandemica da COVID-19
  • le celebrazioni del 17 marzo Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera Nazionale
  • del 4 maggio 1861 Costituzione dell’Esercito Italiano
  • i 100 anni del Milite Ignoto
  • i 100 anni dalla nascita di Rigoni Stern
  • la definitiva apertura del Museo degli Alpini al Doss Trento
  • ed infine un riassunto di notizie sulla grande esercitazione congiunta tra Protezione Civile ANA ed Alpini in armi “VARDIREX”

È chiaro che, con la speranza di un imminente ritorno ad una vita associativa normale, come da nostra tradizione, ciò che non è stato possibile fare sarà ripreso e completato.

Ricordo a tutti che il Sito ed il nostro Giornalino vivono della vostra vita associativa, quindi comunicatela in modo da consentirci di farla conoscere al Mondo.

Concludo ringraziando il nostro Presidente, l’Assemblea e tutti gli Alpini della Monte Suello per l’opportunità e la fiducia che mi è stata accordata in questi anni.

Alberto Augugliaro

100 ad
 CONSIDERAZIONI FINALI  
 

 Lo scorso anno aprivo le considerazioni finali dicendo ... stanchezza, rassegnazione, senso di impotenza sono i sintomi di un rischio che si verifica in situazioni di precarietà e di emergenza facendo perdere la voglia nell’impegno e nella lotta, ma purtroppo oggi aggiungo e rilevo anche   solitudine e paura: tutto questo è pericoloso  ...non lasciamoci prendere da queste situazioni negative. Non voglio essere frainteso e non dico che dobbiamo comportarci come se nulla fosse successo e come se tutto fosse finito, ma credo sia giunto il momento di scrollarci di dosso questi sentimenti che ci possono paralizzare. Non vorrei che per alcuni diventasse però anche una scusa.
Rispetto ad un anno fa, grazie ai vaccini, la situazione è molto cambiata soprattutto in questi ultimi giorni. Il ritorno alla normalità non sarà immediatamente da un giorno con l’altro, ma è doveroso con forza e determinazione ricominciare insieme. Questo periodo ha fatto emergere situazioni di distacco e di separazione infatti il non frequentarci ci ha ancora di più isolati innescando paura e chiusura che possono portare irreversibilmente all’accentuarsi dell’individualismo già male e nemico sociale. Ora è giunto il momento di rimettere il nostro cappello, di ricominciare ad incontrare gli Alpini e amici che come noi hanno voglia di fare associazione: è vero che tanti di noi non sono stati fermi e si sono impegnati pur rischiando nell’aiutare, per questi la nostra associazione si è meritata stima e riconoscenza.

Ora però tutti insieme ripartiamo: c’è bisogno di sentire il suono delle nostre fanfare davanti al pennone della bandiera ...c’è bisogno di mettere una corona al monumento dei nostri Caduti ...c’è bisogno di riaprire le nostre sedi e i nostri rifugi ...c’è bisogno di vedere sventolare le penne sui nostri cappelli nei nostri paesi …c’è bisogno di ricominciare la nostra vita associativa ..uniti sereni e compatti  w l’Italia.. w gli Alpini ..w la Monte Suello.

 

 IL PPRESIDENTE                Sergio Poinelli

 pdf  Donazioni e Contributi  pdf  Attività svolte
OSPITI DELLA ASSEMBLEA
 Vice Presidente Vicario Nazionale  Luciano Zanelli
   90 ad
Sindaco di Gavardo Davide Comaglio
   comaglio
Consigliere Regionale Floriano Massardi
  18
Assessore Regionale Alessandro Mattinzoli
  80 ad
   
Share

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

00 Manifesto ADUNATA NAZIONALE 2022

RIMINI - SAN MARINO

5-6-7-8 MAGGIO 2022

93° ADUNATA NAZIONALE

        

 

          Logo Ana     

68Sezionale Nozza Vestone

5-6 Settembre 2022

68°Adunata Sezionale

Nozza-Vestone