34° Premio nazionale Fedeltà alla montagna

 ManifestoPremio Fedelta Montagna web

pdf icon Libretto 34° Premio Fedeltà alla Montagna

 

PROGRAMMA

Sabato 19 luglio (Bruffione e Bagolino)

  • Ore 8,30 – Trasferimento alla malga del premiato in Bruffione con visita alla stessa. Oltre ai mezzi propri, funzionerà un servizio A/R di autobus con partenza da Bagolino (Parco Pineta) e arrivo al Gaver, quindi si proseguirà a piedi (50 min. circa);
  • Ore 11,30 – Santa Messa presso l’ex cimitero della guerra 15/18;
  • Ore 13,00 – Pranzo con prenotazione (150 posti) sotto i tendoni in Bruffione;
  • Ore 15,00 – Rientro a Bagolino e visita guidata al centro storico;
  • Ore 17,45 – Incontro con le Autorità e presentazione del Premio presso il Teatro parrocchiale;
  • Ore 19,30 – Cena con prenotazione (250 posti) presso l’Oratorio parrocchiale;
  • Ore 21,00 – Esibizione corale per le vie del paese.

Domenica 20 luglio (Bagolino)

  • Ore 9,00 – Ammassamento all’inizio del paese;
  • Ore 9,20 – Resa degli Onori al Labaro Nazionale e al Gonfalone del Comune;
  • Ore 9,30 – Inizio della sfilata per le vie di Bagolino;
  • Ore 10,30 – Santa Messa presso la chiesa parrocchiale;
  • Ore 11,30 – Alzabandiera, onore ai Caduti e cerimonia di premiazione presso il piazzale della chiesa;
  • Ore 13,00 – Pranzo con prenotazione (250 posti) presso l’Oratorio parrocchiale;
  • Ore 15,30 – Carosello delle Fanfare Alpine in piazza Marconi;
  • Ore 17,00 – Ammainabandiera.

 

Gallerie fotografiche

PellegrinaggioStino1

Pellegrinaggio sezionale sul monte Stino a Capovalle

staffettaCasto1

Gara di corsa staffetta a Casto

MarciaNavono1

Gara di marcia di regolarità a Navono

Staffetta Casto, le classifiche

Queste le classifiche della gara di staffetta, disputata sabato 28 giugno a Casto

Classifica generale

Classifica categorie

Classifica Gruppi

Classifica non competitiva

Classifica Trofeo dopo 6 gare

 

Classifica Eptathlon dopo 6 gare

 

 

Festa Alpina a Ponte Caffaro

È online il “Monte Suello” di maggio

Montesuello58 Copertina

Marcia di regolarità, le classifiche

Queste le classifiche della gara disputata a Navono il 25 maggio scorso

 

Classifica generale

Classifica categorie

Classifica Gruppi

Classifica non competitiva

Classifica Trofeo dopo 5 gare

Classifica parziale Eptathlon dopo 5 gare

 

 

 

Classifiche gara di Mountain bike

Ecco le classifiche della gara di Mountain bike disputata domenica 6 aprile a Vallio Terme

MtbVallio Terme

 

Classifica categorie

Classifica generale

Classifica gruppi

Tempi gara non competitiva

Trofeo dopo 4 gare

 

 

Corsa in montagna - classifiche

 

Queste le classifiche della gara di corso in montagna disputata domenica 23 marzo ad Agnosine

 

Classifica generale

Classifica categorie

Classifica gruppi

Tempi non competitiva

Classifica Trofeo dopo 3 prove

 

 

Alpini, superare sconforto e pessimismo

140309Alpini Micoli 1

Bilancio più che lusinghiero quello presentato ieri mattina dal presidente della sezione alpini “Monte Suello” di Salò, Romano Micoli, nel corso dell’annuale assemblea dei delegati, svoltasi domenica 9 marzo nel teatro Corallo di Villanuova.
Anche il sodalizio delle Penne nere gardesane e valsabbine risente della situazione generale in cui versa l’intero Paese, ma nonostante tutto, con qualche difficoltà in più, tiene fede a quegli impegni che ne fanno un’associazione riconosciuta, apprezzata, vicina alle proprie comunità locali.

In questo clima – sono le parole di Micoli – purtroppo a pagarne le conseguenze sono principalmente i nostri giovani, il cui futuro è compromesso pure da un evidente egoismo generazionale che al di là di tante, troppe parole, non sta trovando il giusto riequilibrio.
Se alcuni anni fa a tanti nostri giovani veniva tolta la possibilità di servire, per un periodo più limitato e magari con obiettivi di carattere civile e sociale, il proprio Paese, oggi gli si sta togliendo anche la fiducia in un futuro che possa soddisfare le loro speranze, le loro ambizioni e le loro professionalità”.

Nella sua relazione il presidente ha fornito i dati dei soci, attestatesi a fine 2013 in 4.341 Alpini (135 in meno rispetto all’anno precedente) e 1.171 Amici degli alpini, suddivisi in 414 Aiutanti e 757 Aggregati (con una riduzione di 6 unità).
Numeri inesorabilmente in calo, visto la mancanza di rincalzi, ma ciò nonostante i 58 gruppi della sezione salodiana hanno svolto lavori per le proprie comunità per più di 48 mila ore ed erogato fondi per più di 187 mila euro, 38.500 dei quali a favore dei terremotati dell’Emilia per l’iniziativa dell’Ana per una scuola dell’infanzia a Casumaro, frazione di Cento (Fe).

Anche nel 2013 gli alpini della “Monte Suello” sono stati protagonisti di numerose iniziative di volontariato, con le squadre della Protezione civile impegnate nell’operazione Fiumi sicuri e nell’antincendio, specie nell’Alto Garda; le attività didattiche per far avvicinare i bambini e i ragazzi delle scuole alla montagna, con delle visite guidate al rifugio “Giuseppe Granata” di Campèi de Sìma; l’attività sportiva con scopo aggregativo per i più giovani.
A tutto questo si aggiungono tante manifestazioni a carattere patriottico e feste che identificano da sempre le Penne nere, iniziative grazie alle quali riescono a sostenere le proprie attività e consentono le donazioni.

Lo ha sottolineato anche il consigliere nazionale Ferruccio Minelli, rappresentante delle sezioni bresciane nel consiglio dell’Ana, che nel suo intervento ha evidenziato come il carattere “festaiolo” degli alpini, unito a quello aggregativo e di volontariato, sia una caratteristica che fa sì che gli Alpini siano ancora tanto apprezzati nelle nostre comunità.

Qualche nota dolente deriva dalla burocrazia che appesantisce anche l’attività di volontariato, “anche se – ha sottolineato Minelli – lo scopo di certi regolamenti e disposizioni anche dell’Ana è quello di tutelare i volontari e le attività dei gruppi, non certo quello vessatorio”.

Nel 2014 gli alpini della “Monte Suello” hanno in calendario diversi appuntamenti importanti: ad aprile riaprirà nei fine settimana il rifugio di Campèi de Sìma; a inizio luglio il pellegrinaggio sezionale sul Monte Stino a Capovalle; a metà luglio, a Bagolino, la manifestazione di consegna del premio nazionale Fedeltà alla montagna, assegnato all’alpino bagosso Primo Stagnoli; a inizio settembre l’adunata sezionale a Idro.

Tutto questo per guardare al futuro “superando i momenti di sconforto e di pessimismo che ci possono sfiorare – ha concluso Micoli – e che dobbiamo affrontare con il supporto e la partecipazione di tutti, adeguandoci certamente ai tempi, ma consapevoli che la nostra associazione non deve cambiare, rimanendo uniti e portando avanti quei valori, sempre più validi e attuali, che rappresentiamo”.

Cesare Fumana

 

Galleria fotografica Assemblea sezionale dei delegati

 

Assemblea1

Villanuova sul Clisi, domenica 9 marzo 2014

Monte Suello