Ricorrenza del 25 APRILE

 

FAVERO 4  25aprile

COMUNICATO DEL PRESIDENTE NAZIONALE 

Nuova Nomina nel Consiglio Direttivo Nazionale

 

 circolare Zanelli

 

Chi è il nuovo Vicepresidente

Luciano Zanelli   

 

Luciano Zanelli è nato a Roè Volciano (Brescia) il 19 gennaio 1956.

 

 

Laureato in ingegneria civile, indirizzo strutturista, al Politecnico di Milano nel 1982,è libero professionista, titolare di studio tecnico.

Ha svolto per la Regione Lombardia attività di rilievo e agibilità degli edifici connesse al sisma di Salò (2004), al sisma a L’Aquila (2009) con attività di censimento danni,sull’agibilità degli edifici a Campo Moglia, dopo il sisma in Valpadana (2012).

 

Nel 1982 accede alla Smalp, allievo del 109º corso e presta servizio come sottotenente di prima nomina, al battaglione Tirano della brigata Orobica, 109º Compagnia mortai a Malles Venosta.

Nel 1990 viene richiamato in servizio per avanzamento di grado al battaglione Trento nella 108º Compagnia mortai a Brunico e viene promosso al grado di capitano.

 

Nel 1984 si iscrive all’Ana nel Gruppo di Muscoline (Sezione di Salò), di cui è Consigliere dal 1985 al 1994.

Dal 1990 al 2005, come Consigliere della Sezione di Salò, progetta numerose sedi di Gruppi della Sezione e il Rifugio “G. Granata” di Campei de Sima, costruito e gestito dalla Sezione.

 

LOGO ANA bn  Comunicato – Pubblicazione Periodici

      “Monte Suello” e "L'Alpino"

Cari Alpini ed amici

Con rammarico vi comunico che i numeri di aprile del nostro periodico "Monte Suello"  e del periodico nazionale "L'Alpino"

non verranno dati alle stampe.

I motivi sono, ovviamente, riconducibili alla situazione creatasi dal virus Covid-19.

Il numero di aprile del "Monte Suello" contiene la relazione morale che il Presidente legge durante l'Assemblea dei Delegati;

non avendola svolta, non possiamo pubblicarla; inoltre tante attività sono in sospeso.

Infine, anche la tipografia è chiusa.

Vi rinnovo l'appuntamento con il nostro periodico alla prossima estate dove, presumibilmente, faremo un numero unico. auguro tanti auguri

a voi e alle vostre famiglie.

Vi terremo informati sulle future pubblicazioni del mensile "L' Alpino"

Grazie

 

IL Direttore del "Monte Suello"

Paolo Cabra

Panettoni e Pandori ALPINI

Da ordinare alla SEZIONE entro fine di maggio

PanettoneAlpini2019Il prezzo di acquisto è di 10 euro 

Parte del ricavato sarà destinata alla "SCUOLA NIKOLAJEWKA" di Brescia

 

Materiale COMMEMORATIVO del CENTENARIO

Da ordinare alla SEZIONE

Ufficiale ANA

 

 

Med. dist.100

 

Moneta del Centenario Zecca di Roma

VEDI Informazioni x acquisto

 

Moneta 5 euro

AVVISO IMPORTANTE

Buongiorno a tutti.

 

Carissimi, su L’Alpino di febbraio 2019, troverete  un inserto staccabile  relativo

al  documento   informativo   sulla   gestione   dei  dati   personali  in  possesso

dell’Associazione Nazionale Alpini.

Esso fa parte delle attività che l’Ana  ha intrapreso per ottemperare  alle nuove

disposizioni di legge sul trattamento dei dati personali (meglio nota come legge

per la privacy).

L’utilizzo  del  documento  è  semplice:  occorre  infatti  leggerlo  attentamente,

compilare e sottoscrivere il talloncino di ricevuta.

 

UNA VOLTA RITAGLIATO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATO

 

al proprio Capogruppo che  lo farà quindi  pervenire  tramite i Delegati di  zona, 

alla  Sezione  di  appartenenza, che  è  responsabile della  sua  conservazione 

secondo i dettami della legge di riferimento.

 

È importante effettuare tale adempimento in quanto, diversamente, 

non sarebbe possibile mantenere l’iscrizione all’Ana.

 

Siamo quindi confidenti dell’attenzione che si vorrà prestare per la buona riuscita

dell’operazione. Grazie per la collaborazione e cordiali saluti.

 

Adriano Crugnola

Direttore Generale Ana

 

 

SCARICA I NUOVI MODULI D' ISCRIZIONE E L' INFORMATIVA PRIVACY 

pdfIcon   Informativa Privacy per tutti gli associati ANA_rev11-2018 

 

pdfIcon  Modulo Iscrizione Aggregato Minorenne _rev11-2018

 

pdfIcon  Modulo Iscrizione Aggregato_rev11-2018

 

pdfIcon  Modulo Iscrizione Socio Ordinario_rev11-2018

 

logo word  TESTO da inserire in fondo alle e-mail condivise da più utenti 2018

 

logo word  TESTO da inserire in fondo alle e-mail utilizzate da un solo utente 2018

 

 

Circolari 2018

 

pdf    Messaggio del Presidente Nazionale_Cerimonia 3 novembre

 

 pdf  Circolare 2018/4 - Riunione CAPIGRUPPO con CDS ad Agnosine

 

pdf  Circolare 2018/6 - Madonna della Neve 2018 CAMPEI

Circolare terremoto 2016

pdfIcon

 

 circolare Madonna della neve       pdfIcon

 

 

campo  scuola a Campei

 

 2016 5bis Circolare Campo Scuola

         Circolari

 

 riunione pre adunata con capigruppo   Villanuova  pdfIcon

 

 

circolare  scuole         pdfIcon

  escursione naturalistica a  Campei   pdfIcon

 

modulo escursione a Campei     pdfIcon

 

circolare medaglie e opuscolo                   pdfIcon          

Informativa sui Cookies

Cookie del browser:

I Cookie sono porzioni di dati usati per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa. Per maggiori informazioni sulla gestione o la disabilitazione dei cookie del browser, consulta l'ultima sezione della presente Politica sui cookie.

wpcorsi.it utilizza varie tipologie di cookie con funzioni diverse. Per maggiori informazioni sui cookie e sulle loro funzioni generali, visita allaboutcookies.org.

Cookie indispensabili

Questi cookie sono fondamentali per poter navigare sul nostro sito Web. Senza questi cookie servizi come l'accesso all'area riservata, l'acquisto dei nostri prodotti o l'emissione di fattura non possono essere forniti.

Non è necessario fornire il consenso per i cookie strettamente necessari, poiché sono indispensabili per assicurarti i servizi richiesti.

Cookie Prestazionali

wpcorsi.it utilizza servizi di monitoring per le prestazioni nel tuo dispositivo di navigazione. Le informazioni raccolte mediante i cookie per le prestazioni sono utilizzate esclusivamente da noi o nel nostro interesse.

I cookie per le prestazioni raccolgono informazioni anonime relative al modo in cui gli utenti utilizzano il nostro sito e le sue varie funzionalità.

Abilitare e disabilitare i cookie tramite il browser

Modificando le impostazioni del browser, puoi accettare o rifiutare i cookie o decidere di ricevere un messaggio di avviso prima di accettare un cookie dai siti Web visitati. Ti ricordiamo che disabilitando completamente i cookie nel browser potresti non essere in grado di utilizzare tutte le nostre funzionalità interattive.

Queste impostazioni vanno modificate su ogni browser di ogni dispositivo che utilizzi. Se utilizzi più device o postazioni di lavoro diverse, assicurati che ogni browser sia impostato in modo da soddisfare le tue preferenze.

Ogni browser ha impostazioni e procedure diverse per gestiore i cookie. Qui sotto troverai i link specifici per accedere e modificare le impostazioni del tuo browser.

Microsoft Windows Explorer
Google Chrome
Mozilla Firefox
Apple Safari

Contatti

email

Segreteria  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presidente Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segretario Cds Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Revisori dei conti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Redazione “Monte Suello” Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rifugio di Campèi de Sìma Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attività sportiva Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Protezione Civile Salò  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Fanfare

Fanfara alpina “Valchiese” di Gavardo

fanfaragavardo
  La Fanfara alpina nasce nel dicembre del 1923 in concomitanza con la fondazione del Gruppo Alpini di Gavardo, all’epoca sotto la Sezione A.N.A. di Brescia. Il “Bandino”, come in origine veniva chiamato, presta i primi servizi a partire dal 1924, in occasione dei tesseramenti del Gruppo e delle Adunate Nazionali. Inizialmente era costituita da 11 suonatori della banda locale “Viribus Unitis”, sotto la direzione del maestro Pietro Bettini.
Oltre ai servizi collegati all’attività del locale Gruppo alpini, nei primi anni di vita, il “Bandino” si esibiva anche presso il teatro dell’Oratorio, durante l’intervallo delle commedie, con suonate di grande prestigio, tra cui si ricordano brani tratti dalla Traviata e dal Rigoletto.
Nelle Adunate a Napoli e a Firenze degli anni 1936 e 1937 al gruppo originario del “Bandino” si uniscono nuove leve: Isidoro Codenotti, Santo Pasini, Bruno Tonelli, Giuseppe Tonni, Pietro Zabbialini e Giuseppe Zentilini.
Le memorie dei primi anni di attività della Fanfara sono state tramandate solo oralmente, perché fino all’anno 1936 non esistono documenti scritti né fotografici. Da allora il capofanfara è Giovanni Bussi, suonatore di cornetta.
L’attività del gruppo prosegue fino all’inizio della Seconda guerra mondiale, con una forzata interruzione protrattasi sino al 1954, anno in cui prende le redini delle nuove leve Virgilio Perini, suonatore di clarino.
Nel 1957 Isidoro Codenotti, per tutti “Doro”, reduce di Russia e Albania, leader indiscusso per oltre trent’anni nonché all’epoca Capo Gruppo degli alpini di Gavardo, si sostituisce nella direzione della Fanfara, allora costituita da 15 suonatori, con il triplice ruolo di segretario, cassiere e capofanfara.
Nel 1970 la Fanfara si separa dal Gruppo Alpini di Gavardo e nel 1975 anche dalla banda “Viribus Unitis”, alla quale era rimasta sempre collegata.
Il 4 maggio del 1976, con l’elezione di un proprio Consiglio, la Fanfara si rende autonoma, approvando un proprio Statuto e dotandosi di propri strumenti, acquisiti sia personalmente dai suonatori che dal gruppo; viene eletto Presidente Luigi Cavagnini.
Nel 1988 la Fanfara assume la denominazione di Fanfara alpina “Valchiese” Gavardo. Il nome Valchiese fu scelto da Isidoro Codenotti in memoria del battaglione alpini di cui faceva parte durante la guerra in Russia e Albania e a ricordo degli amici lasciati sul campo, ma anche per indicare la provenienza geografica del gruppo musicale.
Nell’aprile del 2000 è stato inaugurato il nuovo Labaro, simbolo di ritrovata vitalità del gruppo, segnata anche dal passaggio al nuovo capofanfara Dario Gosetti, che porta un’innovazione anche sotto il profilo musicale. Dal 2004 Presidente del sodalizio è Giuseppe Dossi.
Nel settembre 2003 la Fanfara è stata a Rossosch, in Russia, con la delegazione dell’A.N.A., in occasione del decennale dell’inaugurazione dell’Asilo “Sorriso”.
Dal 2004 è dotata di un proprio sito internet: www.fanfaraalpinavalchiese.it.
Sono molti i servizi che ha offerto a cominciare dalle manifestazioni del Gruppo alpini di Gavardo, a quelle della Sezione “Monte Suello” di Salò e dei suoi Gruppi, ma anche presso le Sezioni limitrofe dell’A.N.A.; costante è stata la presenza alle varie Adunate Nazionali.
Attualmente la Fanfara è costituita da circa 50 suonatori che si trovano insieme con lo scopo di regalare emozioni a chi ama la musica e le tradizioni alpine.

 

Fanfara alpina di Salò

fanfarasalo


  La Fanfara alpina di Salò, fortemente desiderata dagli alpini reduci e non della Prima guerra mondiale, rappresenta oggi una delle realtà più significative dei gruppi musicali di tradizione militare della provincia di Brescia.
Il gruppo musicale venne fondato verso il 1932 da una quindicina di suonatori appartenenti alla banda cittadina locale, al tempo diretta da Elia Apollonio, reduce della Campagna di Libia nonché Capo Gruppo del Gruppo Alpini di Salò. L’esordio della Fanfara coincise con la partecipazione all’Adunata Nazionale del 1934, tenutasi a Roma.
Nel corso degli anni tra le due guerre, la Fanfara non mancò alle adunate e alle numerose manifestazioni per le quali la sua presenza era d’obbligo. Dopo la dolorosa parentesi della Seconda guerra mondiale, la Fanfara riprese vita e servizio ancora sotto la direzione di Elia Apollonio, il quale decise di partecipare con il suo gruppo musicale all’Adunata Nazionale di Bolzano del 1949, dove riscosse un notevole successo.
Dopo le dimissioni di Apollonio, avvenute nel 1953, la direzione della Fanfara passa nelle mani capaci di Cesare Ferrari, erede di una famiglia che molto ha dato e molto tuttora dà al panorama musicale dilettantistico della zona. In questo periodo non è da dimenticare la presenza in occasione dell’inaugurazione del monumento dedicato ai Battaglioni Alpini Vestone, Val Chiese, Monte Suello e Monte Cavento, avvenuta a Vestone il 21 aprile 1963.
Un’ulteriore svolta si ha nel 1967, quando la direzione musicale ed organizzativa viene assunta dal maestro Umberto Comincini, che subito si impegna a migliorare qualitativamente l’organico e la presenza sul territorio provinciale e nazionale. Bisognerà però aspettare fino agli anni Novanta per ammirare la Fanfara all’apice del suo splendore.
La Fanfara partecipa quasi ininterrottamente alle Adunate Nazionali, ora come Fanfara ufficiale della Sezione di Salò “Monte Suello”, ora come accompagnatrice di altre Sezioni (Parma, Gorizia, Cremona). Non perde occasione di dare il proprio contributo musicale e coreografico alle manifestazioni dei Gruppi alpini locali e non, grazie anche all’introduzione di un drappello di percussioni. Inoltre è da ricordare che la Fanfara di Salò rappresenta un momento speciale di sintesi tra suonatori provenienti da diverse bande della zona del Garda.
Con l’Adunata Nazionale di Pescara del 1989 è iniziato un nuovo modo di partecipare all’Adunata stessa, con l’esibizione il sabato in un centro limitrofo, come è avvenuto in quell’occasione a Casa Canditella con sfilata nel pomeriggio e concerto serale. L’esperienza è stata poi ripetuta in occasione dell’Adunata del 1987 di Reggio Emilia con manifestazioni a Brescello (il famoso paese di Don Camillo e Peppone), del 2001 a Genova, quando fu ospite del Gruppo di Carasco di Chiavari, del 2003 ad Aosta, con manifestazioni ad Arvier ed Avise, del 2004 a Trieste con manifestazioni a Sagrado e del 2005 a Parma, con una nuova entusiasmante esibizione a Brescello.
Questo è quanto ha fatto e quanto continuerà a fare la Fanfara alpina di Salò, con l’intenzione di alimentare sempre più quello spirito di sincera amicizia che anima tutti gli alpini.Sito internet: www.gruppoalpinisalo.it

 

La Fanfara “Star of Alps” di Villanuova sul Clisi

vanfaravillanuova

La Fanfara alpinadi Villanuova sul Clisi vede i suoi natali nel 1971 periniziativa di un gruppo di 20 elementi spinti dall’entusiasmo dell’esperienza militare e dal già forte legame con l’Associazione Nazionale Alpini. Fa il suo esordio a Desenzano del Garda, in occasione dell’Adunata Sezionale della “Monte Suello” lo stesso anno. Nel corso degli anni ha partecipato a quasi tutte le Adunate Nazionali, a quelle Sezionali della “Monte Suello” e a molte manifestazioni dei Gruppi, grandi e piccoli, della Sezione, in occasione di tesseramenti, anniversari di fondazione, inaugurazioni di monumenti, ecc. Molti i servizi che ha svolto anche oltre i confini della nostra Sezione, come in quelle limitrofe di Brescia e Verona, e persino nel lontano Friuli. Tra le esibizioni di maggior successo vanno ricordate quella svolta in piazza a Torino, durante l’Adunata Nazionale, alla presenza dell’allora Presidente Sezionale Michele Milesi e del senatore Giulio Andreotti, e il concerto al “Palafiera” di Abano Terme, nell’occasione dell’Adunata di Padova del 1998, con elementi del Coro della Scala di Milano. Un grande successo ebbe nel 1999 il concerto con carosello a Bagolino, in occasione della tappa bresciana di “Camminaitalia”, dove si esibì con le nuove divise mimetiche. In quell’occasione il gen. Cesare Di Dato, direttore del giornale “L’alpino”, ebbe a complimentarsi con i suonatori, affermando che ricordava molto da vicino la Fanfara della Brigata Tridentina. Sempre nel 1999 la Fanfara assume il nome di Fanfara “Star of Alps” di Villanuova sul Clisi. Nell’occasione dell’Adunata Nazionale di Brescia del 2000 ha eseguito un concerto in Piazza Malvezzi a Desenzano e, la domenica, ha sfilato davanti al blocco della Protezione Civile del Raggruppamento Veneto-Friuli, ricevendo i complimenti del colonnello Parisotto e del generale Gorla. Nel maggio 2003 si è esibita a Strasburgo, al Consiglio d’Europa, accompagnando una delegazione dell’A.N.A., in occasione dell’approvazione della Carta Europea della Montagna. Una caratteristica saliente che ha contraddistinto la Fanfara di Villanuova è stata la continua propensione all’innovazione, sia per gli elementi in organico che per le scelte musicali. L’organico si è visto arricchire nel corso degli anni dei tamburi imperiali, che hanno consentito un miglioramento formale e un miglior servizio durante le manifestazioni alpine. Il fiore all’occhiello della Fanfara di Villanuova è il Carosello, reso possibile con l’introduzione del mazziere. Anche l’aggiunta del sistro, strumento simile ad uno xilofono a spalla, ha introdotto una nota squillante che rende ancora più apprezzata l’esecuzione. Da parecchi anni sono stati inseriti elementi femminili, anticipando innovazioni militari nazionali. Il repertorio ha spaziato nel tempo dai più tradizionali canti alpini alle canzoni della cultura e della tradizione italiana, dalle partiture tedesche alle brillanti marce americane. Dalla Fanfara della Brigata Orobica, sciolta nel luglio 1991, ha ricevuto l’anno prima a Bergamo la partitura di “Addio, mia bella addio” che, eseguita al termine di ogni manifestazione, contribuisce, nel suo piccolo, a non dimenticare la Brigata disciolta. La Fanfara, negli ultimi anni, ha avuto un organico che si aggira sulla cinquantina di elementi; è spesso invitata anche a manifestazioni non alpine perché esercita un forte richiamo per il pubblico.

 

Sottocategorie

Circolari

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

00 Manifesto ADUNATA NAZIONALE 2022

RIMINI - SAN MARINO

5-6-7-8 MAGGIO 2022

93° ADUNATA NAZIONALE

        

 

          Logo Ana     

 Locandina Sezionale 2022 2

3-4 Settembre 2022

68°Adunata Sezionale

Nozza-Vestone